Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 24 Aprile 2018

GORIZIA SENZA ACCOGLIENZA: MSF FORNISCE UNA TENDA RISCALDATA PER I RIFUGIATI In primo piano

Scritto da  Redazione Dic 14, 2017

Dopo lo scontro e le polemiche sulla Galleria Bombi, a Gorizia continua la mancata accoglienza per i rifugiati. “Per il terzo anno consecutivo, decine di persone escluse dal sistema d'accoglienza sono costrette a vivere in condizioni indegne”. Medici Senza Frontiere chiede un intervento immediato delle autorità perché garantiscano una “risposta dignitosa e strutturale”. Intanto, per fornire almeno un riparo a queste persone, MSF ha messo a disposizione una tenda riscaldata all'interno dell'area urbana.

A partire da ieri sera, la struttura fornita da MSF alla Caritas di Gorizia, in seguito a una richiesta di sostegno, ha iniziato ad assicurare un riparo alle persone costrette, nelle settimane passate, a dormire accampate ed esposte a temperature vicine allo zero. "E' scandaloso che ancora una volta sia la società civile a dover fornire assistenza e riparo a queste persone vulnerabili," dice Tommaso Fabbri, capo missione di MSF."Già lo scorso anno siamo intervenuti a Gorizia per far fronte alla stessa situazione critica, che continua a ripetersi senza che le autorità competenti si assumano la responsabilità di garantire soluzioni a lungo termine".

Nel mese di novembre, un'équipe di MSF, allertata dai volontari che fornivano assistenza a oltre cento persone costrette a dormire all'aperto all'interno della galleria Bombi, nel centro città, ha effettuato un sopralluogo sul campo, verificando la gravità della situazione. Oltre a non essere protette dalle intemperie e dal freddo, le persone accampate nella galleria non avevano accesso ad acqua potabile e servizi igienico-sanitari ed erano assistite solamente da gruppi di volontari per le loro necessità primarie.

Per affrontare questa situazione, MSF ha fornito alla Caritas una tenda riscaldata, pavimentata e dotata di letti, in grado di garantire un rifugio temporaneo ad almeno cento persone. I lavori d'installazione della tenda sono stati ultimati ieri, permettendo i primi ingressi nella notte. Non esiste però alcuna certezza sul numero di persone che hanno ancora bisogno di un rifugio nell'area né sulla durata della loro situazione di necessità.

"Fornire a queste persone un riparo dalle intemperie era una priorità assoluta ma questa non può essere considerata come una soluzione definitiva né esaustiva", spiega Ahmad Al Rousan, coordinatore di progetto nell'equipe di MSF che ha effettuato il sopralluogo. "Un intervento delle autorità è imprescindibile per garantire a tutti condizioni degne".

MSF interviene a Gorizia a sostegno delle persone rimaste prive di riparo e bisognose di assistenza primaria per la seconda volta dopo una situazione analogamente critica da dicembre 2015 a luglio 2016. In Italia, MSF assiste migranti e richiedenti asilo attraverso attività di supporto psicologico nei CAS dell'area di Trapani, un centro per l'assistenza post-ospedaliera a Catania un Centro per le Vittime di Tortura e un'unità di assistenza mobile negli insediamenti informali a Roma.

 

 

L'ultima modifica Giovedì, 14 Dicembre 2017 12:13
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Calendario

« Aprile 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30