logo nelpaese

SPOLETO, COOP SOCIALE IL CERCHIO INAUGURA "LE VILLE"

Spoleto, inaugurata nuova struttura residenziale Le Ville, gestita dalla coop sociale Il Cerchio. Serenella Banconi, presidente della coop sociale: “È una struttura che ospiterà due servizi dedicati alle persone con disabilità: una famiglia Comunità per il Dopo di Noi e una Comunità alloggio. In totale sono 18 posti letto.

 

 

 

Lo scorso 25 gennaio si è svolto a Spoleto l’inaugurazione della nuova struttura residenziale Le Ville in Piazza della Vittoria 5 (ex Albergo 2 Porte) gestita dalla coop sociale Il Cerchio. All’inaugurazione sono intervenuti la Vice-presidente della Camera Marina Sereni, la Vice-presidente della Regione Umbria Carla Casciari, il Sindaco di Spoleto Daniele Benedetti, Monsignor Renato Boccardo, che ha benedetto la struttura, nonché esponenti dei familiari dei ragazzi, delle organizzazioni sindacali ed imprenditoriali della città e della società civile. La giornata si è svolta in un clima di grande affetto e ha dato vita ad una bella occasione di festa per tutti i familiari dei ragazzi che hanno partecipato e per tutti gli intervenuti.

La presidente della cooperativa Il Cerchio Serenella Banconi la storia di questo servizio residenziale che nel corso degli anni ha avuto diverse ubicazioni.

“È una struttura che ospiterà due servizi dedicati alle persone con disabilità: una famiglia Comunità per il Dopo di Noi e una Comunità alloggio. In totale sono 18 posti letto. Ripercorriamo un po’ di storia: Nel 2002 la Cooperativa partecipò ad un bando della Regione dell’Umbria che finanziava progetti a favore di soggetti con handicap grave privi dell’assistenza dei familiari dando seguito alla legge 328 del 2000 meglio conosciuta come “legge turco”. La Cooperativa si aggiudicò il finanziamento (classificandosi prima) e nell’aprile del 2004 avviò il servizio, con una capacità ricettiva di 6 posti letto. Il Servizio da noi chiamato “Le Ville”, giocando con le parole inglesi Last not list, ovvero ultimo non per importanza, venne inaugurato in via Amadio a circa 500 metri da qui, nell’appartamento che avevamo acquistato come sede amministrativa e che riadeguammo per il nuovo scopo. Tre anni dopo decidemmo di avvicinarsi ulteriormente a Piazza Garibaldi, a 200 metri da qui, dando così un maggior impulso a quel principio di vivibilità della città che da sempre ci accompagna nel pensare i servizi. Il 5 aprile del 2007 il Dopo di noi si trasferì. Due anni dopo le abbiamo affiancato un modulo di Comunità alloggio per disabili gravi da 4 posti letto. Oggi siamo qui per coronare un ulteriore desiderio partito soprattutto dai ragazzi, che hanno esplicitato una richiesta di spazi più ampi, più vivibili, più a misura, senza però allontanarsi, visto che una parte di loro ha sempre di più assaporato la libertà/comodità di vivere al centro della propria città, esperienza che tecnicamente si chiama processo di autonomizzazione. La ricerca di un luogo con queste caratteristiche non è stata semplice, non essendo facile conciliare le due esigenze. Questo luogo è perfetto, perché mantiene le stesse caratteristiche di vivibilità nel tessuto cittadino, aumentando di contro gli spazi interni, arricchiti da uno splendido giardino.

Continua Bianconi: "Devo essere sincera. Nonostante la soddisfazione di avere trovato questo posto, decidere di affrontare un impegnativo sforzo in termini di risorse economiche, non è stata una decisione semplice da prendere. In tempi così difficili, scegliere di fare investimento importante, all’interno di una congiuntura economica negativa e con alcuni lavoratori in cassa integrazione, ha avuto bisogno di tanta riflessione e se permettete di tanto coraggio. Alla fine ci siamo comunque decisi e seppur con tanta ansia, abbiamo scelto di andare avanti, rammentandoci anche del primo articolo della legge 381 che recita: Le cooperative sociali hanno lo scopo di perseguire l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini attraverso la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi; questo per noi rappresenta un dovere morale che coniuga benessere sociale con opportunità lavorative stabili e qualificate. Quindi confortati dalla legge, supportati dall’entusiasmo dei nostri ragazzi e di tutto il personale, ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo deciso di trasferire i servizi chiedendo anche al Comune un ampliamento di posti letto, portandoli da 11 a 18. Questo aumento copre una duplice esigenza: dare una maggiore sostenibilità economica al servizio e offrire l’opportunità ad ulteriori famiglie di poter usufruire di un luogo caldo ed accogliente, con personale qualificato, inserito nel contesto urbano e costantemente monitorato dagli enti preposti. In una sintetica parola: efficienza. Vorrei evidenziare che questa inaugurazione, oltre al grande valore sociale, ha anche un significato di natura economica, e se vogliamo, passatemi il termine: di speranza. Andare e guardare avanti, scegliere di rimettere in circolo lavoro, economia e benessere delle fasce più deboli attraverso azioni mirate e concordate, in questo particolare momento storico, ha il significato di voler continuare a credere nei sogni senza smettere mai di lottare per la loro realizzazione. Questa giornata vuole essere non solo un’opportunità per noi, per i nostri ragazzi, per le loro famiglie, ma vuole dare un chiaro segnale di speranza e di ripresa anche per altri, affinché si inneschi un processo di cambiamento che ci faccia tornare a sperare e a credere che se siamo uniti tanto si può fare".

Infine conclude: "Ce la possiamo fare se il lavoro di tutti noi è sostenuto è affiancato da quello di una buona prassi politica, che nell’indirizzare la macchina della pubblica amministrazione, ne governi i processi riuscendo a tutelare, facilitare e accompagnare i percorsi, ponendosi non nella contrapposizione ma in un cammino condiviso".

Redazione Umbria

@nelpaeseit

 

Proprietario
Logo Legacoop


Via Giuseppe Antonio Guattani 9, 00161 Roma   |   Tel: 06 844 39348   |   Email: segreteria@nelpaese.it
    Registrazione c/o Tribunale di Bologna m° 8367 del 01/12/2014 direttore responsabile Giuseppe Manzo
 
Sito Realizzato da Virtual Coop