logo nelpaese

MILANO, BENI CONFISCATI PER FAMIGLIE IN DIFFICOLTA'

Nel capoluogo lombardo ecco 13 nuovi beni confiscati a famiglie in difficoltà e genitori separati. Lo annuncia il Comune che apre un bando per le assegnazioni. Sono 130 i beni confiscati milanesi e per l'autunno in uno di questi è prevista l'apertura del social market.

 

 

 

Tornano alla città altri 13 beni che un tempo sono appartenuti alla criminalità organizzata. Immobili e terreno ancora aspettano una cooperativa sociale che li prenda in gestione. Per il terreno di Chiaravalle si ha tempo fino al 28 ottobre per candidarsi, mentre per gli altri il termine di scadenza del bando è il 30 settembre. Il primo sarà dedicato alle famiglie in difficoltà, mentre gli immobili andranno ad associazioni che si occupano di violenza sulle donne o genitori separati. 

Ecco la lista dei beni che tornano a Milano: c'è agricolo di venti ettari vicino all'abbazia di Chiaravalle, in via Sant'Araldo; ci sono sei appartamenti sparsi tra viale Monza, via Mosca, via Cambiasi, , via Leoncavallo, via Bembo e viale Sarca. Ci sono altre due abitazioni in via Arzaga, dove è stato confiscato anche un box. Ne sono stati restituiti alla città altri tre, tra via Santa Marcellina, via Brusuglio e via Asiago. Con questo colpo arrivano a 143 i beni confiscati nel solo capoluogo lombardo. In autunno, proprio in uno dei beni confiscati di via Leoncavallo aprirà aprirà il social market per le famiglie in gravi difficoltà economiche, con prodotti a prezzi calmierati. Per novembre, invece, Palazzo Marino prevede di lanciare la seconda edizione del Festival dei beni confiscati. 

Redazione (Fonte: Redattore sociale)

@nelpaeseit

 

Proprietario
Logo Legacoop


Via Giuseppe Antonio Guattani 9, 00161 Roma   |   Tel: 06 844 39348   |   Email: segreteria@nelpaese.it
    Registrazione c/o Tribunale di Bologna m° 8367 del 01/12/2014 direttore responsabile Giuseppe Manzo
 
Sito Realizzato da Virtual Coop