logo nelpaese

AFRONAPOLI UNITED, PRONTI PER IL CAMPIONATO: RITIRO NEL TERRENO CONFISCATO AI CLAN

La squadra di calcio Afro-Napoli United approda al campionato FIGC. Tra le novità della stagione del team multietnico: cambio di guardia e ritiro sul bene confiscato di Chiaiano. Da oggi, venerdì 6, a domenica 8 settembre il ritiro del team multietnico avrà luogo alla “Selva Locandona”, il fondo rustico intitolato alla memoria di Amato Lamberti, bene confiscato alla camorra e gestito dalla cooperativa (R)esistenza. 

 

 

La stagione calcistica della squadra multietnica Afro-Napoli United riparte dal campionato Federazione Italiana Giuoco Calcio. Quest’anno, per la prima volta, la squadra rappresentativa della Napoli odierna, parteciperà al campionato di terza categoria della FIGC, oltre a disputare il campionato di Calcio a 11 dell’AICS grazie anche al sostegno e all’impegno del Laboratorio Occupato Insurgencia. Tra le novità per il nuovo anno anche il cambio alla guida tecnica. Sergio Paolucci sostituirà Antonio Gargiulo, fondatore e da sempre allenatore della squadra. Una scelta ponderata, ritenuta giusta ai fini della crescita del progetto Afro-Napoli.

Da oggi, venerdì 6, a domenica 8 settembre il ritiro del team multietnico avrà luogo alla “Selva Locandona” di Chiaiano, il fondo rustico intitolato alla memoria di Amato Lamberti, bene confiscato alla camorra e gestito dalla cooperativa (R)esistenza. Il luogo scelto non è affatto casuale: gli allenamenti si svolgeranno nel pescheto che fino a qualche anno fa era utilizzato dalla criminalità organizzata. Molti dei ragazzi che operano sul luogo sono gli stessi che per anni si sono battuti per ottenere la chiusura della discarica di Chiaiano.

Sulla scia dell’anno appena trascorso, questi giorni saranno dedicati non solo allo sport, ma anche all’approfondimento di tematiche sociali, attraverso la visione con conseguente dibattito di film incentrati su argomenti quali il razzismo e l’integrazione sociale.

Oggi il calcio è afflitto dalla piaga del razzismo e condizionato da grossi interessi economici. La lotta per uno sport accessibile a tutti è parte di un progetto complessivo che ha come obiettivo imprescindibile la valorizzazione di esperienze finalizzate a rendere reali ambiti di libertà, di parità di accesso, di difesa dei propri territori e del proprio diritto ad una vita degna di essere definita tale.

Redazione Campania

@nelpaeseit 

 

Proprietario
Logo Legacoop


Via Giuseppe Antonio Guattani 9, 00161 Roma   |   Tel: 06 844 39348   |   Email: segreteria@nelpaese.it
    Registrazione c/o Tribunale di Bologna m° 8367 del 01/12/2014 direttore responsabile Giuseppe Manzo
 
Sito Realizzato da Virtual Coop