logo nelpaese

SCAMPIA, FURTO E VANDALISMO CONTRO COOP SOCIALE L'UOMO E IL LEGNO

Danni a coop sociale L'uomo e il legnoRubati quattro computer, forzati e rotti i cancelli e le porte (nella foto a sinistra), sottratti anche gli strumenti di lavoro. Questo è il bilancio dell'azione contro la sede della coop sociale L'Uomo e il legno che da anni ha sede nel cuore del quartiere Scampìa a Napoli. Il presidente Enzo Vanacore: "vogliono renderci impossibile lavorare e produrre lavoro, è un attentato all'attività sociale e solidale". Solidarietà da Legacoopsociali, Legacoop e dal sindaco Luigi de Magistris. Paola Menetti: "A tutte le istituzioni chiediamo di tutelare chi ogni giorno continua a lavorare e promuovere impresa sociale nei quartieri a rischio di Napoli e del Mezzogiorno".

 

 

Durante la notte grave furto alla sede della cooperativa L'uomo e il legno ingenti i danni. La coop ha sede a Scampìa e da anni produce lavoro e aggregazione sociale nel quartiere, diventando punto di riferimento per i cittadini. Sono stati sottratti 4 computer, schermo al plasma, ovunque segni di vandalismo forzate e rotti tutti i cancelli e le porte rubati gli strumenti di lavoro della cooperativa artigiana di falegnameria. Questo furto segue uno subito tre settimane fa che aveva causato minori danni. Lecito chiedersi il perché di questo accanimento "vogliono renderci impossibile lavorare e produrre lavoro, è un attentato all'attività sociale e solidale", il commento del presidente della cooperativa Vincenzo Vanacore.

Mario Catalano, Presidente Legacoop Campania, condanna “il grave atto intimidatorio e solidarizza con i soci e i lavoratori della Cooperativa”. Dal web e dai social network sono subito arrivati i primi messaggi di solidarietà e di incoraggiamento a continuare. La cooperativa rappresenta un riferimento per l'associazionismo e per i cittadini. Proprio la scorsa settimana Vanacore era intervenuto sullo scontro Saviano-de Magistris e la fiction Gomorra. L'episodio è l'ennesima azione di vandalismo e intimidazione contro sedi di cooperative impegnate in zone ad alta densità criminale della provincia di Napoli. A inizio anno si ricordano i colpi di pistola contro il ristorante Nuova cucina organizzata a San Cipriano d'Aversa e la sede della Nuova Casa del popolo di Ponticelli. A questi si aggiungono altri proiettili contro la vineria Agorà a Giugliano, altro territorio sensibile nel napoletano. Nel mirino dei criminali, insomma, sono entrati i luoghi di aggregazione, socializzazione e sviluppo. 

Legacoopsociali esprime piena solidarietà alla cooperativa sociale “L’Uomo e il legno”, colpita da un grave furto e da atti vandalici alla struttura. La coop sociale opera da anni in territorio difficile, il quartiere Scampìa di Napoli, creando lavoro e aggregazione sociale per cittadini. “Dall’inizio dell’anno è l’ennesimo attacco contro sedi di cooperative che lavorano in territori ad alta densità mafiosa – dichiara Paola Menetti, presidente nazionale Legaccopsociali - come la Nuova cucina organizzata di San Cipriano d’Aversa. A tutte le istituzioni chiediamo di tutelare chi ogni giorno continua a lavorare e promuovere impresa sociale nei quartieri a rischio di Napoli e del Mezzogiorno”. 

Il presidente di Legacoop, Giuliano Poletti, ha commentato così l’episodio criminale contro la cooperativa “L’uomo e il legno”: “Condanniamo con sdegno il gesto criminale che ha prodotto gravi danni alla cooperativa sociale ‘L’uomo e il legno’ e siamo vicini al Presidente ed ai soci, impegnati in una coraggiosa attività di promozione del lavoro e di aggregazione sociale in un contesto drammatico come quello di Scampia.   Si tratta, purtroppo, dell’ennesimo episodio che testimonia, in modo evidente, il tentativo della criminalità di intimidire i protagonisti dell’impegno messo in campo dalla cooperazione, in molte aree ‘difficili’ del Paese, per affermare la cultura della legalità e per promuovere sul territorio occasioni di sviluppo e di crescita civile contro il ricatto della sopraffazione e della violenza.  Rinnoviamo il nostro sostegno ai lavoratori della cooperativa e li invitiamo a proseguire, con coraggio e senso di responsabilità, un’esperienza che riveste un valore esemplare per l’affermazione della legalità e della libertà. Nello stesso tempo chiediamo un forte impegno delle forze dell’ordine per individuare e punire i responsabili del gesto ed invitiamo le istituzioni locali a testimoniare la loro vicinanza ai soci ed ai lavoratori della cooperativa”.

Anche Luigi de Magistris esprime la sua vicinanza alla coop sociale e oggi stesso ha incontrato il presidente Enzo Vanacore: "Il sindaco e la Giunta esprimono piena solidarietà alla coop sociale 'L'uomo e il legno' la cui sede, presso viale della Resistenza a Scampia, è stata oggetto di furto e vandalizzazione. Non sono tollerabili le intimidazioni che sono state compiute, fin dall'inizio di questo nuovo anno, nei confronti di quelle associazioni e cooperative che presidiano la legalità sul territorio, difendendo la democrazia con attività e iniziative non solo simboliche, ma reali e concrete. 'L'uomo e il legno' - aggiunge de Magistris - promuove l'inserimento lavorativo per le persone svantaggiate e attività per minori a rischio, attraverso lo strumento dell'artigianato ed, inoltre, offre una rete di servizi ai cittadini. Un'attività coraggiosa e preziosa che va difesa da ogni intimidazione".

Giuseppe Manzo 

Proprietario
Logo Legacoop


Via Giuseppe Antonio Guattani 9, 00161 Roma   |   Tel: 06 844 39348   |   Email: segreteria@nelpaese.it
    Registrazione c/o Tribunale di Bologna m° 8367 del 01/12/2014 direttore responsabile Giuseppe Manzo
 
Sito Realizzato da Virtual Coop