logo nelpaese

SULLE COLLINE DI NAPOLI APRE IL RUSTICO CONFISCATO "AMATO LAMBERTI"

La neonata coop sociale (R)Esistenza Anticamorra inaugura il bene confiscato "Selva Lacandona - Amato Lamberti"

 

Bene confiscato Amato Lamberti

 

 

Dopo 13 anni di abbandono istituzionale il bene confiscato "fondo rustico" in località Martino di Fuschi di Chiaiano riapre i cancelli per essere restituito alla società. Un bene confiscato di circa 14 ettari di vigneto e pescheto lasciato nelle mani della camorra nonostante la confisca per più di un decennio. Già nel luglio dell'anno scorso fu avviato, protempore, un affidamento - da parte della VIII Municipalità - all'associazione (R)Esistenza che li vi ha prodotto marmellate di pesca, succhi di frutta, organizzato la prima festa della vendemmia e distribuito i frutti della terra al vicinato e ai ragazzi delle scuole durante la festa inaugurale dell'anno scolastico, nella villa comunale di Scampia, in presenza delle autorità. Le confetture e i succhi sono inoltre finiti all'interno l'inioziativa "Facciamo un pacco alla camorra" promossa dal Comitato Don Peppe Diana (Ce) e dal Consorzio Nco (Nuova Cooperazione Organizzata). Nel 2013 con un affidamento definitivo voluto dal Comune di Napoli, con parere favorevole della magistratura, all'associazione (R)ESISTENZA è stata ridadita la fiducia, visti i risultati ottenuti. L'associazione anticamorra insieme alla neonata Cooperativa sociale (R)Esistenza e in rete con scuole, associazioni, cooperative ed Istituzioni, avvierà sul fondo progetti di inserimento lavorativo di adolescenti e minori, progetti concepiti come unica alternativa concreta al lavro criminale.

Il Fondo sarà ribattezzato col nome "Selva Lacandona" per l'importanza storica, culturale e sociale dell'omonima foresta presente nello Stato del Chiapas in Messico e manterrà in ricordo commemorativo la dedica al professore Amato Lamberti, presidente della Provincia di Napoli tra il 1995 e il 2004. 

All'incontro inaugurale hanno partecipato le istituzioni cittadine, Ciro Corona, presidente associazione (R)Esistenza; Egidio Giordano, Cooperativa sociale (R)Esistenza; Giuliano Ciano, Consorzio Nco (Nuova Cooperazione Organizzata); Ugo Marani, docente di Politica Economica, Federico II e Padre Alex Zanotelli. Nella periferia nord di Napoli i giovani del territorio provano a creare lavoro e combattere la mentalità mafiosa: una scommessa che Comune, Regione e Governo devono sostenere e non abbandonare. 

Redazione

Proprietario
Logo Legacoop


Via Giuseppe Antonio Guattani 9, 00161 Roma   |   Tel: 06 844 39348   |   Email: segreteria@nelpaese.it
    Registrazione c/o Tribunale di Bologna m° 8367 del 01/12/2014 direttore responsabile Giuseppe Manzo
 
Sito Realizzato da Virtual Coop