logo nelpaese

ALZHEIMER: A POTENZA UN GRUPPO APPARTAMENTO

 

 

 

Un ambiente simile ad una casa migliora la qualità della vita e l’autonomia di chi ci abita. Sarà inaugurato giovedì 21 marzo il Gruppo appartamento Alzheimer realizzato dalla Cooperativa Il Filo di Arianna in partnership con il Comune di Venosa e con il contributo della Camera di Commercio di Potenza. L’appartamento è stato realizzato con la ristrutturazione dei locali ubicati sopra il Centro sociale in largo S. Sebastiano, a fronte di un percorso formativo e di stage con il Gruppo Ottima Senior di Pordenone.

“L’adattamento all’ambiente non guarisce la demenza, ma finché non sarà trovata la cura medica, la creazione di ambienti familiari può fare molto per responsabilizzare le persone con danno cerebrale - afferma Giusy Conte, vice presidente del Consorzio Cs e responsabile del “Progetto Alzheimer” di Rete d’impresa Minerva -. Più una struttura assomiglia ad una casa, più le persone che ci vivono staranno bene. Un minimo di conforto e dignità aiutano a sopportare il deterioramento cognitivo causato dalla demenza”.

L’iniziativa rientra nel progetto della Rete di impresa Minerva avviato nel 2011 che, tra l’altro, prevede nella provincia di Potenza l’avvio di una serie di servizi diurni e residenziali e azioni di sostegno come gruppi di mutuo aiuto, informazione e orientamento alle persone affette da demenze ed Alzheimer e alle loro famiglie.

“I nostri servizi si ispirano al modello Gentlecare, che prevede un approccio integrato alla cura e all’assistenza della persona malata di demenza – sottolinea Conte -, che viene applicato dopo un percorso formativo svolto dai lavoratori delle Cooperative della rete Minerva e due stage svolti nelle strutture del Gruppo Ottima Senior di Pordenone che utilizzano il modello. All’inaugurazione sarà presente la dott.ssa Elena Bortolomiol, referente italiana del modello Gentlecare per il gruppo Ottima Senior.

Gentlecare è un modello che forma i caregiver professionali e familiari, e promuove in essi un orientamento di cura che, anziché concentrarsi sulla malattia e sul comportamento disturbante della persona colpita, li incoraggia a un adattamento dell’ambiente fisico e sociale in cui la persona deve operare. “Ciò vuol dire costruire una protesi intorno alla persona basata sugli spazi in cui vive – sottolinea Giusy Conte -, sulle persone con cui interagisce e sui programmi e attività in cui è coinvolta. Non più l’adattamento della persona alle esigenze del servizio, ma il servizio organizzato sulla base delle esigenze della persona affetta da Alzheimer”.

 

 

 

Gruppo Appartamento Alzheimer

 

La scheda

 

Il Gruppo appartamento Alzheimer della Coop Filo d’Arianna attiverà dunque un servizio residenziale e semiresidenziale a carattere familiare, per consentire al cittadino di partecipare alle attività di vita quotidiana, rimanendo il più possibile nel proprio ambiente. Si ridurrà così lo stress e si promuoverà il benessere della persona affetta da demenza o Alzheimer, mantenendo il più a lungo possibile le abilità residue, favorendo l’autonomia in un ambiente protetto e familiare, aiutando la famiglia nel lavoro di cura.

Per raggiungere questi obiettivi il nuovo servizio offrirà sostegno psicologico e socio educativo, animazione, terapia occupazionale, segretariato sociale, prestazioni sanitarie, informazione e orientamento ai servizi rivolte alle famiglie, accoglienza temporanea. E, ancora aiuto nelle attività personali, nella cura dell’ambiente, nelle attività di igiene personale, di lavanderia, stiratura e riparazione di biancheria, preparazione dei pasti. Il servizio assicurerà anche trasporto e accompagnamento.

Il Gruppo appartamento è sostenuto da una equipe formata da direttore/psicologo psicoterapeuta, educatore professionale, assistente sociale, Adest, Oss, infermiere professionale, fisioterapista. Collaborano anche neurologo/geriatra, parrucchiere, estetista. La cerimonia di inaugurazione sarà preceduta dal Convegno “Una casa per l’Azheimer”, con inizio alle 17 nella Sala del Trono del Castello Pirro del Balzo di Venosa.

Redazione

Proprietario
Logo Legacoop


Via Giuseppe Antonio Guattani 9, 00161 Roma   |   Tel: 06 844 39348   |   Email: segreteria@nelpaese.it
    Registrazione c/o Tribunale di Bologna m° 8367 del 01/12/2014 direttore responsabile Giuseppe Manzo
 
Sito Realizzato da Virtual Coop