logo nelpaese

IL FORUM INCONTRA FRANCESCHINI E FASSINA: DAL GOVERNO NUOVI IMPEGNI PER IL TERZO SETTORE

Due giorni di incontri tra governo e Terzo settore. Oggi il Forum è stato ricevuto dal ministro Franceschini sui temi legati alla Legge di stabilità e sulle principali criticità segnalate dal terzo settore. Ieri altro incontro con il viceministro Fassina. Il portavoce Pietro Barbieri: Fassina ha ribadito anche in questa occasione la disponibilità già espressa in passato a venire incontro alle nostre richieste mostrando, in particolare, apertura nel valutare la possibilità di reperire maggiori risorse per incrementare il Fondo per la non autosufficienza - per il quale sono stati stanziati 250 milioni di €, che riteniamo inadeguati"

 

 

 

Una delegazione del Forum nazionale del terzo Settore è stata ricevuta questa mattina dal Ministro Dario Franceschini. Al centro dell’incontro con il Ministro per i rapporti con il Parlamento, i temi di maggiore criticità presenti nel disegno di Legge di Stabilità 2014 per il terzo settore.

Il tema del contrasto alla povertà, che nel nostro Paese ha raggiunto livelli di drammaticità – e di record negativi – con l'8% della popolazione che versa in uno stato di povertà assoluta. Il Forum ha chiesto che vengano messe in campo risorse economiche e misure di contrasto efficaci, che diano al nostro Paese, come già accade per gli altri Paesi europei, la possibilità di realizzare un Piano nazionale di contrasto alla povertà. Come ad esempio un’armonizzazione della proposta del Reis, il reddito di inclusione sociale, proposto da Acli e Caritas, con quella del Sia, il sostegno all’inclusione attiva, proposta dal Ministro Giovannini.

Tra gli altri temi discussi con il Ministro, la questione del rifinanziamento dei fondi destinati alle politiche sociali (Fondo per la Non autosufficienza, Fondo per le Politiche sociali, Fondo Infanzia), le agevolazioni sull'imposta di registro per il non profit; la tassa Imu per gli immobili posseduti dagli enti non commerciali e la detrazione Tares; le risorse per il servizio civile e per la cooperazione internazionale; la richiesta di stabilizzazione del 5 per mille. "Tutto questo – commenta il Portavoce del Forum, Pietro Barbieri – nell'ottica di poter finalmente ragionare a lungo termine sulle politiche di welfare di cui c’è estremo bisogno per portare il nostro Paese fuori dalla crisi e parlare di crescita, equità, inclusione sociale, sostenibilità."


“Il Ministro Franceschini ha ascoltato le nostre istanze – conclude Barbieri –, dichiarando la volontà di lavorare e dare il proprio contributo per garantire misure mirate e più incisive, rispetto alla questione degli incapienti e della povertà, per il 2014.” A margine dell’incontro, il tema della rappresentanza e della partecipazione del terzo settore nella determinazione di politiche sociali e di welfare che, dalla chiusura dell’Agenzia per il Terzo Settore, ha subito un duro colpo.

Fassina 

Ieri pomeriggio, invece, incontro con il viceministro dell'Economia e delle Finanze Stefano Fassina. “Confermiamo il giudizio positivo sull’interlocuzione avuta con il Viceministro Fassina – dichiara il Portavoce Pietro Barbieri – , che ci aveva già ascoltati prima dell’estate. Abbiamo presentato al Viceministro una panoramica complessiva dei temi di interesse per il terzo settore rispetto alla Legge di Stabilità per il 2014, dalla positiva cancellazione dell’aumento del 10% dell’IVA per le cooperative sociali, alle perplessità sullo stanziamento delle risorse per i Fondi per le politiche sociali e per il 5 per mille.”

"Il Viceministro – continua il Portavoce – ha ribadito anche in questa occasione la disponibilità già espressa in passato a venire incontro alle nostre richieste mostrando, in particolare, apertura nel valutare la possibilità di reperire maggiori risorse per incrementare il Fondo per la non autosufficienza - per il quale sono stati stanziati 250 milioni di €, che riteniamo inadeguati a garantire il minimo di servizi e di assistenza - e per valutare con noi l’identificazione dei criteri per l’esenzione dell’Imu prevista per gli immobili posseduti dagli enti non commerciali. Allo stesso modo ha mostrato apertura anche rispetto al tema delle agevolazioni sull'imposta di registro per il non profit. Il Viceministro Fassina – conclude il Portavoce – ha infine accolto la nostra richiesta di provare ad individuare ulteriori risorse destinate ai diversi fondi per le politiche sociali così come alle politiche giovanili e di cooperazione internazionale anche per il 2015 e il 2016, valutando di portare questo tema in parlamento, con l'obiettivo di costruire politiche di welfare a lungo termine, che permettano al Paese di poter investire e realizzare interventi efficaci e di qualità dell’individuazione di risorse sui diversi fondi anche per il 2015 e il 2016.”

Redazione

@nelpaeseit

 

Proprietario
Logo Legacoop


Via Giuseppe Antonio Guattani 9, 00161 Roma   |   Tel: 06 844 39348   |   Email: segreteria@nelpaese.it
    Registrazione c/o Tribunale di Bologna m° 8367 del 01/12/2014 direttore responsabile Giuseppe Manzo
 
Sito Realizzato da Virtual Coop