logo nelpaese

ATELIER DELLE ACQUE E DELL'ENERGIA SULL'APPENNINO REGGIANO

Atelier delle acque e dell'energiaL’Atelier si trova in un luogo molto bello e ricco di suggestioni, Ligonchio, nel cuore del Parco regionale dell’Appennino tosco-emiliano, ai piedi dello splendido crinale appenninico, e in un edificio pieno di fascino come la centrale idroelettrica dell’Enel. «E’ un luogo – spiegano gli ideatori – che consente di esplorare sia i fenomeni fisici sia le qualità materiche ed espressive dell’acqua e dell’energia.

 

“Di Onda in Onda”, l’Atelier delle Acque & delle Energie realizzato nella centrale Enel di Ligonchio (RE) è indubbiamente  una delle eccellenze della montagna reggiana, e non solo. “Di Onda in Onda” è una iniziativa promossa dal Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano in collaborazione con Reggio Children, e ha come partner l’Enel, il Comune di Ligonchio, la Regione Emilia-Romagna, la Provincia di Reggio Emilia, la Fondazione Manodori.

L’Atelier si trova in un luogo molto bello e ricco di suggestioni, Ligonchio, nel cuore del Parco regionale dell’Appennino tosco-emiliano, ai piedi dello splendido crinale appenninico, e in un edificio pieno di fascino come la centrale idroelettrica dell’Enel. «E’ un luogo – spiegano gli ideatori – che consente di esplorare sia i fenomeni fisici sia le qualità materiche ed espressive dell’acqua e dell’energia. Questo progetto propone un approccio alla scienza che invita i bambini, i ragazzi, gli adulti a guardare le cose in modo inconsueto, a incuriosirsi e interrogarsi su ciò che apparentemente non si spiega, a ricercare e riprovare, a costruire ipotesi e teorie, cercando di verificarle con la sperimentazione».

Non tutti sanno che le attività all'interno dell'Atelier sono curate da quattro operatrici della cooperativa sociale Il Ginepro, grazie ad una convenzione con il Parco Nazionale.

Giada Galassini, Annalisa Garbati, Daniela Giacopelli e Sara Scaruffi, tutte e quattro della montagna reggiana (di Ligonchio e di Villaminozzo), dopo un periodo di formazione e con continui aggiornamenti presso Reggio Children, hanno iniziato la loro avventura nell'Atelier.

«Il termine attività dell'Atelier - spiegano Giada, Annalisa, Daniela e Sara - racchiude numerose sfaccettature: dall'attività di ricerca, alla documentazione, dalla comunicazione, alla promozione. Soffermandosi sull'attività di ricerca, visitando l'atelier all'interno della centrale idroelettrica Enel, si incontra un luogo dove il tema è l’acqua e l’energia e dove il fenomeno scientifico prende forma attraverso aspetti immaginativi, espressivi e percettivi. Pensiamo sia importante l'approccio che un atelier come "Di onda in Onda" può offrire. Quindi non c'è un approccio come avviene nei musei delle scienze tradizionali, dove la conoscenza è il risultato di un processo unidirezionale e dove la possibilità di conoscere un fenomeno è unica, sempre uguale».

"Di onda in Onda" è invece un luogo dove i bambini, i ragazzi e gli adulti possono costruire una relazione attiva con i fenomeni, attraverso l’elaborazioni di ipotesi, di teorie interpretative, dove si può indagare e ricercare insieme, fare deduzioni, confrontarsi, discutere…, anche in relazione alle diverse strategie che ognuno mette in atto per approcciare il fenomeno o ciò che non conosce. Lavorare insieme significa far emergere dinamiche di confronto e di scambio, la possibilità di offrire idee, di avvalersi di quelle degli altri e riconoscere il proprio contributo nell'elaborazione di un progetto. L'Atelier è un'esperienza ricca e non frammentata, piena di incontri, scambi, passaggi di idee, azioni e creatività".

L’Atelier delle Acque & delle Energie ha riscosso fin dalla sua nascita un grande interesse, anche a livello internazionale: sono infatti saliti fino a Ligonchio numerosi educatori, insegnanti ed esperti provenienti da vari paesi esteri. In totale, dal 2010, sono stati quasi 10.000 i visitatori, con una punta di 1008 visite solo nell'ultimo mese di agosto. «Siamo di fronte ad un fenomeno importante - spiega la presidente del Ginepro Rosanna Bacci - che ha indubbiamente contribuito a sviluppare anche una forma nuova di turismo a Ligonchio. La nostra è una cooperativa sociale che è nata ed è cresciuta nella montagna reggiana (io stessa sono di Ligonchio): per noi è motivo di orgoglio collaborare a questo progetto di altissimo livello, per il suo livello innovativo, perchè contribuisce ad aumentare l'attrattività della nostra montagna e di Ligonchio in particolare, perchè ha permesso di alla nostra cooperativa di iniziare una nuova e stimolante attività, collaborando con due eccellenze come Reggio Children e il Parco Nazionale». Diverse sono le proposte didattiche e le possibilità di ricerca e di esplorazioni“Di Onda in Onda”.

Per informazioni cooperativa sociale Il Ginepro:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., www.diondainonda.com.

Carlo Possa

 

Proprietario
Logo Legacoop


Via Giuseppe Antonio Guattani 9, 00161 Roma   |   Tel: 06 844 39348   |   Email: segreteria@nelpaese.it
    Registrazione c/o Tribunale di Bologna m° 8367 del 01/12/2014 direttore responsabile Giuseppe Manzo
 
Sito Realizzato da Virtual Coop