logo nelpaese

LAVORO E PERSONE CON DISABILITÀ: ALLEANZA TRA PROFIT E NO PROFIT

 

In una fase economica come l’attuale sono sempre più penalizzate le categorie più deboli, e in particolare le persone disabili nel mercato del lavoro. Ma è possibile una alleanza tra amministrazioni pubbliche, imprese e cooperazione sociale per permettere di risolvere in parte, e con risultati positivi, il problema dell’inserimento lavorativo di persone con disabilità. Se n’è parlato ieri in un affollato convegno organizzato ieri dalla Provincia di Reggio Emilia in collaborazione con i consorzi reggiani delle cooperative sociali Oscar Romero e Quarantacinque. In particolare il convegno è stato incentrato sulla legge 68/99 (diritto al lavoro dei disabili) e su una particolare modalità di applicazione della stessa legge, grazie all’articolo 22 della legge regionale 17/2005. Questo articolo prevede la possibilità di stipulare convenzioni tra le imprese che devono assolvere agli obblighi occupazionali a favore dei lavoratori appartenenti alle categorie protette previsti dalla legge 68 e le cooperative sociali di tipo B (quelle che svolgono attività di inserimento lavorativo). Le convenzioni prevedono l’affidamento di commesse da parte delle imprese alle cooperative sociali, che realizzeranno programmi di inserimento individuali. Il tutto nell’ambito di convenzioni quadro stipulate dalle Provincie d’intesa con le associazioni datoriali e sindacali.

Il convegno, che ha visto la presenza di numerosi rappresentanti di imprese e cooperative, associazioni di disabili, sindacati, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche oltre di cooperative sociali, si è svolto in un luogo significativo, la Sala Montessori della Lombardini. Proprio il direttore delle Risorse Umane del Gruppo Lombardini, Claudio Galli, ha aperto i lavori. l’Assessore Provinciale alle Attività produttive, Commercio, Turismo e Lavoro della Provincia Reggio Emilia Pierluigi Saccardi, introducendo i temi del convegno, ha sottolineato come la collaborazione tra pubblico e privato, anche nel dare risposte sociali e lavorative alle persone più deboli, sia assolutamente indispensabile. Sulle opportunità e le prospettive di sviluppo delle convenzioni previste dall’articolo 22 sono intervenuti Alessandra Bevilacqua e Fabio Spadoni, operatori del Collocamento mirato provinciale. Con le convenzioni si possono mettere in atto opportunità di inserimento lavorativo che difficilmente potrebbero attuarsi con altre modalità, grazie anche al lavoro di indirizzo e di supporto del Collocamento mirato e dei Nuclei territoriali realizzati dalla Provincia. Sono poi stati illustrati alcune esperienze positive già in atto di applicazione dell’articolo 22. Ne hanno parlato i rappresentanti di due cooperative sociali, L’Ovile e Lo Stradello, e di imprese come Walvoil, Casalgrande Padana e Conad Centro Nord. Nella nostra provincia l’applicazione dell’articolo 22 è iniziata lentamente, ma in questi ultimi anni sta aumentando l’interesse: in tutto sono state sottoscritte 11 convenzioni, di cui otto in essere.

Al convegno, che è stato coordinato da Sabrina Bondavalli, responsabile del Collocamento mirato della Provincia, sono poi intervenuti i rappresenti dei consorzi delle cooperative sociali: Paola Macchi per il Quarantacinque (aderente a Legacoop) e Beniamino Ferroni per l’Oscar Romero (aderente a Confcooperative). Il ruolo dei consorzi è stato molto importante per la realizzazione delle convenzioni e per la loro gestione, e il loro impegno è infatti anche quello di dare consulenze per lo sviluppo della modalità prevista dall’articolo 22. I rappresentanti dei due consorzi hanno inoltre illustrato le caratteristiche delle numerose cooperative sociali reggiane di inserimento lavorativo, e le loro attività: pulizie, assemblaggio, manutenzione verde, comunicazione web, tipolitografia, imbustamento e spedizioni, lavori di sartoria, falegnameria, restauro mobili, florovivaismo e produzione di ortaggi e piante officinali, comunicazione web, catering e ristorazione, trasporti, servizi vari, servizi ambientali, manutenzioni in genere.

 Redazione

 

 

 

Proprietario
Logo Legacoop


Via Giuseppe Antonio Guattani 9, 00161 Roma   |   Tel: 06 844 39348   |   Email: segreteria@nelpaese.it
    Registrazione c/o Tribunale di Bologna m° 8367 del 01/12/2014 direttore responsabile Giuseppe Manzo
 
Sito Realizzato da Virtual Coop