Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 18 Settembre 2018

"CONNESSIONE PERMANENTE": LA TRE GIORNI DI REDATTORE SOCIALE

Scritto da  Giuseppe Manzo Nov 29, 2012

L’informazione ai tempi della “connessione permanente”: al via domani la XIX edizione del seminario per i giornalisti organizzato dall'agenzia stampa Redattore Sociale nella Comunità di Capodacarco a Fermo. Tra gli altri intervengono Corradino Mineo, Enzo Iacopino, Roberto Natale, Valentina Loiero, Marino Niola, Marino Sinibaldi e l'attore Neri Marcorè. Partecipano alla tre giorni anche la nostra testata e il Giornale Radio Sociale.

Al via domani il seminario di Redattore Sociale: attesi 200 giornalisti

Un pomeriggio tutto dedicato alla professione giornalistica, alle immagini del “sociale” e ai nuovi miti dell’informazione darà il via domani 30 novembre alle ore 15 al XIX seminario per i giornalisti organizzato da Redattore Sociale presso la Comunità di Capodarco di Fermo.

Dopo il saluto di Walter Dondi, direttore della Fondazione Unipolis (che insieme alla Open Society Foundations ha messo a disposizione 20 delle 50 borse di studio per i partecipanti), e un ricordo di don Luigi Di Liegro attraverso la biografia da poco uscita (presentata dalla giornalista di Radio Inblu Federica Margaritora insieme al presidente di Capodarco don Vinicio Albanesi), l’apertura sarà affidata a Enzo Iacopino, presidente nazionale dell’Ordine dei giornalisti.

Toccherà quindi al confronto tra due autentici maestri del fotogiornalismo mondiale: Mario Dondero, già protagonista lo scorso anno, sarà l’intervistatore d’eccezione di Uliano Lucas, in una sessione intitolata “Il fotografo e il sociale”. Lucas, 70 anni, fin da giovanissimo ha attraversato tutti i grandi cambiamenti sociali della seconda metà del 900: il lavoro, le nuove periferie, la psichiatria, gli anziani, l’infanzia abbandonata, l’emigrazione e l’immigrazione; e poi le lotte per l’indipendenza dei paesi africani, la disgregazione dell’ex Jugoslavia etc. Tutto e sempre da free lance, e tutto raccontato in decine di testate quotidiane e periodiche e in decine di libri fotografici. Una storia racchiusa nel suo leggendario archivio, del quale mostrerà a Capodarco una preziosa selezione di oltre 100 immagini che saranno proiettate lungo i tre giorni del seminario.

La seconda sessione è intitolata “I miti d’oggi e il bricolage della conoscenza” e vedrà protagonista l’antropologo e editorialista de “la Repubblica” Marino Niola. Proprio dal suo ultimo libro “Miti d’oggi” è nato il titolo dell’edizione di quest’anno – Labirinto senza fili. Come uscire dall’illusione di essere sempre connessi. Sarà intervistato dalla giornalista di Redattore Sociale Carla Chiaramoni.

Negli ultimi anni, dice Niola, sono cambiate molte parole e categorie: da comunità a community; da periferie, quartieri e città al mondo senza confini geografici delle rete; dalla società civile ai web-opinionisti. E sono cambiati anche gli attori e gli spettatori dell'informazione, quella autoprodotta e quella istituzionale dei media. A differenza di quelli antichi, i nuovi miti - Ipad, youtube, twitter, facebook, ma anche l’idea di velocità, bellezza, giovinezza - sono incapaci di narrare grandi storie e, più che spiegare, aiutano a esplorare una realtà in frammenti, in continua e velocissima trasformazione. La connessione è continua, ma le informazioni spesso impossibili da tenere insieme. La rete è diventata un “secondo schermo”, dove sempre più persone cercano news, e i media hanno reagito trasformando gli utenti Facebook e Twitter in partecipanti della produzione di notizie…

Tra queste due sessioni è previsto l’intervento di Valentina Loiero, giornalista del Tg5 e presidente dell’associazione Carta di Roma, il codice deontologico dei giornalisti sull’immigrazione sottoscritto proprio dall’Ordine e dalla Federazione della stampa. Loiero annuncerà i contenuti dell’incontro previsto alle 21.30, dove gli interessati potranno discutere con alcuni dei componenti dell’associazione contenuti degli incontri di formazione su questo tema che verranno svolti nei prossimi mesi nelle redazioni italiane (Repubblica e Mediaset hanno già cominciato) e nelle scuole di giornalismo.

Il seminario proseguirà tutta la giornata di sabato si concluderà domenica 2 dicembre: l’ultimo appuntamento, alle 11, sarà l’attesa intervista di Marino Sinibaldi all’attore Neri Marcorè.

A seguire il seminario saranno come sempre circa 200 giornalisti da tutta Italia. Tutte le informazioni e il programma completo sono disponibili a partire da questo link. L’ingresso è libero per il pubblico locale che vorrà ascoltare singole sessioni.

Il seminario potrà essere seguito anche attraverso una diretta Twitter su @RedattoreSocial con l’hashtag #redsoc12, oppure guardando i video che saranno caricati subito dopo le varie sessioni. Tutti gli aggiornamenti sono comunque sul sito www.giornalisti.redattoresociale.it.

Il seminario si avvale tra gli altri della collaborazione del Premio nazionale “Paolo Volponi”, che si svolge negli stessi giorni in varie località del Fermano. E’ realizzato grazie al contributo di Bcc e Coop e al supporto dell’Ordine nazionale giornalisti, che lo patrocina insieme alla Federazione nazionale stampa italiana e all’UsigRai.

Redazione

Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Settembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30