Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 19 Luglio 2018

HANDIMATICA, IL DIBATTITO: "DISABILITÀ FUORI DALL'AGENDA POLITICA"

Scritto da  Giuseppe Manzo Nov 29, 2014

Non è un buon momento per il tema della disabilità che resta fuori dall'agenda politica. Tra docce gelate e tagli, tra crisi del welfare e la discussione sull'inserimento lavorativo, a Bologna si tiene la decima edizione di Handimatica. Nel grande istituto Aldini Valeriani della periferia bolognese gli stand propongono idee e innovazioni per facilitare la quotidianità di tutte le perone con una disabilità: software dedicati, mail vocali e tante altre proposte. E poi ancora sono stati dedicati alla cultura e alla musica nel teatro di posa con scrittori, attori e artisti.

All'interno della Biennale si è tenuto un dibattito molto partecipato lo scorso 27 novembre sulla comunicazione sociale e lo spazio che ha la disabilità nei piccoli e grandi media. A promuovere l'evento è stata Virtualcoop che a Bologna è una delle realtà pioniere sull'inserimento lavorativo di persone disabili, sull'innovazione e sull'approccio alla stessa comunicazione. Con Buone notizie Bologna e bnbo.it ha messo in campo un progetto di informazione di cui il presidente Maurizio Cocchi spiega il senso: "Non parliamo di noi stessi ma proviamo a raccontare la realtà esterna. Ovviamente lo facciamo dal nostro punto di vista e dalla nostra condizione". A questo si aggiunge l'obiettivo ultimo di poter espandersi e poter assumere altre persone con disabilità.

Al dibattito dal titolo provocatorio "Quel sociale che non fa notizia" si sono alternati anche docenti universitari esperti di comunicazione, giornalisti e amministratori. Da una parte Mauro Sarti, docente ed esperto di comunicazione, ha puntato il dito contro l'assenza della disabilità nell'agenda politica "salvando" le responsabilità ultime del giornalismo. In direzione esattamente opposta l'assessore al welfare del Comune di Bologna Amelia Frascaroli ha invece accusato proprio la stampa di non dedicare spazio con il giusto approccio ai temi sociali e alla disabilità. Frascaroli e tecnici dell'Amministrazione bolognese hanno anche illustrato i progetti di digitalizzazione e di accessibilità degli strumenti di informazione istituzionale.

A sintetizzare le tante questioni del dibattito ci ha pensato Pina Lalli, docente universitaria ed esperta di comunicazione. Lalli ha puntato il dito sul nuovo linguaggio che tende a "banalizzare" i temi del Paese. In particolare si è soffermata sulla diffusione mediatica del termine "rottamazione" che tende ad avere un'accezione strettamente negativa, di esclusione verso le persone. In conclusione emerge un messaggio chiaro: Handimatica e il dibattito organizzato da Virtualcoop dimostra che c'è una parte consistente del Paese che si confronta e si rinnova per trovare soluzioni sulla disabilità, in attesa che trovi spazio nell'agenda politica.

G.M.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

@nelpaeseit

Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Luglio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31